News & Events

Prima di comprendere quale sia il momento giusto per affrontare una spesa del tipo in questione, occorre che sappiate che la vita di un infisso, normalmente, può superare i trent’anni ma a risentirne è la sua efficienza che si riduce con il tempo senza che vi siano particolari segni visibili: il design del vostro infisso può rimanere moderno e intatto, ma ciò non lo rende efficiente.
Negli ultimi anni il design ha subito non pochi cambiamenti, ma ciò che rende davvero efficiente un infisso è la sua tecnologia e la relativa attenzione all’ambiente: fino a poco tempo fa non esistevano le classi energetiche e quindi non si pensava ad un infisso che facesse risparmiare energia.
Per sapere se i vostri infissi sono da cambiare vi basterà effettuare qualche piccolo test che vi permetterà di prendere la giusta decisione e qualora fosse necessaria una ristrutturazione sappiate che vi sarà possibile usufruire delle agevolazioni preposte dall’Ecobonus e bonus ristrutturazioni pensati appositamente per gli interventi di efficienza energetica e che vi permetteranno di ottenere delle detrazioni fino al 50%.

Ecco i test più efficaci

Uno dei test più efficaci nel farci comprendere lo stato degli infissi è il cosiddetto “test della carta” che consiste nel verificare la tenuta degli infissi; per farlo vi basterà aprire la finestra, prendere un foglio di carta ed inserirlo in una posizione in cui non vi siano chiusure, a questo punto chiudete la finestra e provate ad estrarre il foglio: se l’estrazione avviene senza resistenza e conseguenti strappi allora la tenuta agli agenti atmosferici e venuta meno e il telaio della finestra non aderisce più in maniera continuativa a quello fisso.
Un altro test pensato per comprendere la tenuta dei vostri infissi è il “test dell’accendino” che può essere effettuato durante una giornata ventilata (ma con temperature non estreme nei due sensi), vi basterà posizionare l’accendino vicino alle guarnizioni: se la fiamma vibra allora sta passando aria e quindi non si tratta certo di buona tenuta, anzi.

Sempre utilizzando l’accendino potrete fare un test per comprendere se le vostre finestre sono termicamente isolate, fattore molto importante secondo le ultime disposizioni presenti sulla Legge di Bilancio, vi ricordiamo, infatti, che anche ristrutturazioni legate al miglioramento dell’isolamento termico vi permetteranno di usufruire del bonus.

Per effettuare questo test vi occorrerà avvicinare l’accendino alla finestra ed osservare, ponendosi lateralmente, come la fiamma si riflette sul vetro:
-se vedete due fiamme allora si tratta di un vetro singolo, i serramenti hanno probabilmente più di 40 anni e l’isolamento termico ed acustico è molto scarso, vi basti pensare che gli infissi attualmente disponibili hanno una dispersione termica circa 5 volte inferiore;
-se vedete quattro fiamme allora si tratta di un vetro doppio standard, quindi dovrete prestare una maggiore attenzione per capire le condizioni di quello che state esaminando: se le fiamme sono alla stessa distanza e dello stesso colore allora i vetri-camera sono di vecchia concezione ed il loro isolamento termico non è adeguato agli standard attuali, infatti la dispersione termica è tre volte superiore rispetto a quella di un infisso nuovo, se le fiamme non sono alla stessa distanza e una di esse presenta un colore rosso-violetto allora si tratta di un vetro  che garantisce una tenuta adeguata.

Quindi effettuando questi semplici test vi renderete conto fino a che punto sia necessario cambiare o meno i vostri infissi ma non dimenticate dei vantaggi che questo cambiamento porta con sé.

Alcuni buoni motivi per cambiare le finestre

Per prima cosa non occorre dimenticare quanto sia importante vivere in una casa luminosa, la luce naturale, come si sa, ci offre numerosi benefici fisici tra cui alla vista che si affatica di meno soprattutto se trascorriamo molte ore davanti a dei dispositivi, ma anche all’umore.
Ecco che cambiare le finestre potrebbe essere un’ottima scusa per aumentarne le dimensioni, qualora fosse possibile, in modo tale da permettere l’ingresso di più luce nelle ore diurne.
Un’altra buona ragione è la sicurezza, un parametro fondamentale, i serramenti in alluminio, infatti, grazie alla naturale robustezza del metallo unita alle moderne tecnologie antieffrazione garantiscono il massimo della sicurezza per la nostra casa.
Un altro buon motivo è il risparmio energetico, anche infissi vecchi 10 anni non sono stati costruiti prestando attenzione all’ambiente, determinando una minore efficienza energetica che determina maggiori spese durante la stagione calda e quella fredda.
Riuscire a disperdere meno il calore in inverno ed il fresco d’estate vi garantirà un maggior comfort, sicuramente un altro vantaggio da non sottovalutare.
Infine, come abbiamo già detto, sostituirli vi permetterà di usufruire degli incentivi, quindi approfittarne potrebbe essere un’ottima scelta, soprattutto perché in molti casi si tratta di una spesa che prima o poi viene fatta, inoltra sappiate che i nuovi infissi aumentano il valore del vostro immobile, quindi potreste guadagnarci di più in caso di vendita.

Lascia un commento